Serviceline 050 330 330
Suche Kontakt

Libera prestazione di servizi

Informazioni importanti

Donau Versicherung AG può stipulare, nell’ambito della libera prestazione di servizi (FOS) all’interno dell’Unione Europea, soluzioni assicurative con clienti in Italia. Per la stipulazione viene usata la lingua tedesca. Tutti i documenti riguardanti l’assicurazione proposta sono a disposizione esclusivamente in lingua tedesca.
Donau Versicherung AG Vienna Insurance Group è una compagnia assicurativa austriaca costituita in forma di società per azioni e appartenente alla Vienna Insurance Group, con sede legale e centrale in Schottenring 15, 1010 Vienna (Austria), numero telefonico: +43 (0) 5033070000, fax: +43 (0) 503309970000, sito internet: www.donauversicherung.at, indirizzo mail: donau@donauversicherung.at.

La compagnia è registrata al tribunale commerciale di Vienna con il numero 32002m e sotto https://infostat-ivass.bancaditalia.it/RIGAInquiry-public/ng/#/home ed esercita l’attività assicurativa con la concessione data dall’Istituto austriaco per la vigilanza sulle assicurazioni (Finanzmarktaufsicht “FMA”). La compagnia è sottoposta alla vigilanza del sopra nominato Istituto. In Italia Donau Versicherung AG è abilitata a svolgere l’attività assicurativa in regime di libera prestazione di servizi (FOS) secondo l’articolo 24 del decreto legislativo del 7 settembre 2005 (codice assicurativo) ed è iscritta nel registro delle compagnie assicurative dell’IVASS con il numero II.00750.

Come posso presentare un reclamo e risolvere le controversie?

Alla compagnia assicurativa
Eventuali reclami concernenti la polizza oppure un sinistro possono essere trasmessi alla compagnia assicurativa per iscritto al seguente indirizzo:

Donau Versicherung AG Vienna Insurance Group
Beschwerde-Servicestelle
Schlossergasse 1, 6020 Innsbruck
Tel.: +43 50 330 70180
Fax: +43 50 330 99 72015
E-Mail: tirolvertrag@donauversicherung.at

Il tempo stabilito per legge riguardo l’invio della risposta concernente un reclamo è di 45 giorni.

All’IVASS
Nel caso di una risposta tardiva o mancante è possibile rivolgersi all’IVASS, Via del Quirinale 21, 00187 Roma, fax 06 42133206, pec: ivass@pec.ivass.it, informazioni su www.ivass.it.

In Austria l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Finanzmarktaufsicht “FMA”) è allo stesso tempo l’autorità dei reclami per il settore assicurativo. Eventuali reclami possono essere trasmessi per fax oppure per posta al seguente indirizzo:

Finanzmarktaufsicht
Beschwerdewesen
Otto-Wagner-Platz 5
1090 Vienna (Austria)
Fax: 0043 1 249 59 51 99

Ulteriori informazioni sui reclami si trovano sul sito della Finanzmarktaufsicht:
https://www.fma.gv.at/beschwerden-ueber-beaufsichtigte-unternehmen-einbringen/beschwerden/

 

Prima di adire l’autorità giudiziaria è possibile, in alcuni casi necessario, avvalersi delle seguenti procedure alternative di risoluzione delle controversie.

Mediazione
Rivolgersi ad un servizio di mediazione, elencato nel sito del Ministero della Giustizia www.giustizia.it (legge del 09/08/2013, numero 98)

Trattativa accompagnata con assistenza
Tramite richiesta del proprio avvocato alla compagnia assicurativa

Altre procedure alternative per risolvere le controversie

Per eventuali controversie riguardanti l’entità del danno oppure i costi necessari per una riparazione può essere consultato un tribunale arbitrale composta da tre esperti (uno per parte ed il terzo nominato di comune accordo tra le parti). Se non si dovesse trovare un accordo sulla nomina del presidente del tribunale arbitrale, può anche essere consultato il presidente del tribunale territorialmente competente per il contraente assicurativo.
Per regolare controversie transnazionali oppure controversie tra un contraente appartenente ad uno stato membro ed una compagnia con sede in un altro stato membro, il reclamante residente in Italia può presentare il reclamo nei seguenti modi:

  • all’IVASS, che inoltrerà il reclamo in via stragiudiziale all’Istituto di vigilanza estero e che informerà il reclamante dell’avvenuto inoltro e, successivamente, della risposta pervenuta;
  • direttamente all’Istituto di vigilanza estero dello stato membro oppure dello stato appartenente all’accordo SEE, all’interno del quale la compagnia assicurativa ha la propria sede, per iniziare una procedura FIN-NET, vedi sito internet www.ec.europa.eu/fin.net.